Freselle Integrali o Bianche

Varietà: Bianche, Integrali.

Ingredienti : Farina di grano tipo ‘0’, acqua, farina di grano integrale 40%(integrale), lievito madre, sale, lievito di birra.

Valori Nutrizionali : quantità per 100gr di Freselle Bianche.

  • Valore Energetico 341 kcal;
  • Proteine 11 g;
  • Grassi 1,09 g
    • di cui saturi 0,1 g;
  • Carboidrati 69,70 g;
  • Zuccheri 3,40 g;
  • Fibre 5,25 g;
  • Sodio 0,6 g.

Informazioni Aggiuntive: Contiene GLUTINE, senza coloranti, senza additivi, senza conservanti.

Il prodotto non contiene Mais, Soia, e loro derivati. Ai sensi del Reg. CE 1829/2003 E 1830/2003 non contiene organismi geneticamente modificati.

COD: 031.
1 Category

Le freselle (o friseḍḍa, freseḍḍa, frisa o friseddha nelle varie varianti pugliesi) è un tarallo di grano duro (ma anche orzo o in combinazione secondo varie proporzioni) cotto al forno, tagliato a metà in senso orizzontale e fatto biscottare nuovamente in forno. Ne consegue che essa presenta una faccia porosa e una compatta. Importante è distinguere tra la frisa e il pane: la frisa infatti non è un pane, in quanto è cotto due volte (bis-cotto).

“Getta il tuo pane nell’acqua, perché dopo molto tempo lo ritroverai” (L’Ecclesiaste, 11,1).

Queste parole non si riferiscono alla fresella, ma le starebbero a pennello. La “fresella” meridionale, altro non è che una fetta di pane messa nuovamente nel forno (e dunque bi-scottata): ma basta spugnarla con un po’ d’acqua, ed ecco che,  “dopo molto tempo”, quel pane lo si ritrova, pronto all’uso. La fresella è un cibo povero. Nel senso di “adatto ai poveri”, perché costa poco.

Ma è povera anche lei, priva com’è di tutto. Anche di grassi, il che la rende perfetta per  le diete. Assai più dei crackers, e dei grissini; grassini anziché no, essendo fatti con l’olio, o con altri grassi, nel tentativo di dar loro un po’ di sapore. Ma proprio qui sta la grandezza della fresella: lei non pretende nemmeno di avercelo, il sapore. La fresella si candida come umile compagna di viaggio, e in questo è impagabile. La sua asciuttezza le rende resistente al tempo e alla distanza: trattandosi di pane già secco in partenza, non può infatti diventare secca. E soprattutto, non va a male.

Va piuttosto a mare: i marinai, costretti a lunghi mesi di navigazione senza toccare terra, se ne  portavano appresso quantità ragguardevoli. Se la mangiavano sul mare, e col mare: spugnandola cioè in un po’ d’acqua salata. In modo da ammorbidirla e salarla al punto giusto.

Ricetta:   Insalata calabrese con freselle

Ingredienti: freselle, patate, capperi sotto sale, pomodori, cetrioli, olive nere greche, olive verdi greche, olio extra di oliva, sale, foglie di basilico fresco.

Preparazione: Taglia sottilmente la cipolla e mettila a bagno in aceto. Lava i capperi dal sale in acqua tiepida e mettili in aceto.Fai bollire le patate, poi tagliale a pezzi grossi e condisci con olio, sale e l’aglio. Tieni da parte. Sbuccia i cetrioli, tagliali a tocchetti e condiscili.Metti le olive, sia nere, sia verdi, in una ciotola e condisci con i capperi strizzati, origano e olio. Bagna le “freselle”, spezzale in modo grossolano e mettile sopra tutti gli ingredienti che nel frattempo avrai riunito in un’unica insalatiera. Guarnisci con foglie di basilico.

Altre ricette sono disponibili alla pagina: Ricette.

Peso 400 g
Dimensioni 11 x 30 x 6 cm
INFORMATIVA BREVE COOKIES: La società Panificio Pascuzzo s.r.l., titolare del trattamento informa che il presente sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti. Chiudendo il banner, l\'utente accetta l\'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l\'informativa cookie completa . Per saperne di più | Chiudi