Come dimagrire mangiando sano


Come dimagrire mangiando sano

 

Come dimagrire mangiando sano?

Il cibo oggi mangiato dalla maggioranza delle persone è un c.d. “cibo spazzatura” pieno di grassi nocivi, zuccheri, conservanti, sale e non ha nessun apporto vitaminico o proteico.

 

Questo cibo va eliminato se si vuole vivere bene ed a lungo.

Si, oltre al peso, l’alimentazione incide sul benessere psico-fisico e sulla longevità della vita. I grassi incidono sull’affaticamento degli arti, l’apporto di poche vitamine e proteine indebolisce i muscoli, gli zuccheri in eccesso accelerano il battito del cuore.

Quando si mangia sano, quindi si finisce non solo con il perdere i chili di troppo, ma anche con il sentirsi meglio e vitali.

 

Cosa vuol dire dimagrire mangiando sano?

In generale lo si sa, mangiare sano significa:

  • eliminare il cibo spazzatura;
  • variare l’alimentazione ed assumere il corretto dosaggio di vitamine, sali minerali e proteine;
  • nutrirsi di alimenti genuini.

 

In concreto, come possiamo dimagrire mangiando sano?

Per prima cosa occorre moderare i carboidrati:

si suggerisce di sostituire il pane e la pasta bianchi con quelli integrali e ridurre le porzioni, la farina integrale infatti:

  • aumenta il senso di sazietà e facilità il transito intestinale
  • riduce l’assorbimento di grassi e colesterolo
  • riduce l’assorbimento di sostanze cancerogene
  • riduce il rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro

Grassi e colesterolo:

scegliere i grassi buoni e non i grassi cattivi. Eliminare quindi il burro, lo strutto, il lardo,  il grasso di maiale in generale perché aiutano a metter su peso e fanno male alla salute. Mantenere invece i grassi buoni ovvero gli omega 3 ed omega 6 e i grassi contenuti nell’olio d’oliva.

 

Le proteine:

scegliere le proteine buone e non le proteine cattive.  Preferire le proteine magre come quelle delle carni bianche, del pesce e dei legumi, non mangiare carne rossa.

 

Fibre, vitamine e sali minerali:

sovrabbondare tutti questi nutrienti perché sono indispensabili. Gli stessi provengono dalla frutta, dalla verdura, dai legumi, dagli ortaggi e dai cereali integrali.